Hackerare il Wifi in 5 Passi – Come Craccare una Password Rete WIFI WPA2

La connessione a Internet è diventata una necessità di base nelle nostre vite moderne e avanzate. Due tipi diversi di rete, con e senza fili, vengono usati per garantire il miglior utilizzo possibile di Internet. Le reti wireless sono diventate estremamente comuni sia sul posto di lavoro che in casa. L’utilizzo di connessioni wireless è consistente e, allo stesso tempo, non eccezionalmente sicuro. hackerare le connessioni wireless è abbastanza facile rispetto alle connessioni cablate. Molti strumenti per l’hacking, insieme a software e tecniche specifiche, sono stati utilizzati da molti hacker per crackare connessioni Wi-Fi, anche quando ritenute molto sicure.

La maggior parte delle persone che sono interessate ad hackerare le reti wireless, però, non lo fanno per attività illegali. Tecniche di cifratura molto forti sono state sviluppate per proteggere le reti Wi-Fi. Esistono molti tipi diversi di cifrature, ma i più comuni sono tre.

Sicurezza Wi-Fi: Metodi di Cifratura

Prima di crackare una rete Wi-Fi, devi essere a conoscenza almeno delle tecniche di cifratura di base poste a protezione delle reti wireless. Queste tre tecniche di cifratura sono le fonti maggiori di vulnerabilità delle reti Wi-Fi. Trai diversi tipi di cifrature di sicurezza delle reti wireless, possiamo trovare i seguenti:

  • WEP: WEP sta per Wired Equivalent Privacy e può essere crackata facilmente se configurata in modo appropriato. Questo metodo di cifratura può essere crackato in pochi minuti.
  • WPA: WPA sta per Wi-Fi Protected Access e fornisce un livello di sicurezza abbastanza elevato. Anche in questo caso, però, ci sono buone chance di crackare la password della rete se si rivela essere abbastanza corta. Tuttavia, le reti wireless si possono crackare facilmente usando vari strumenti.
  • WPA2: WPA2 sta per Wi-Fi Protected Access 2 e fornisce a sua volta un livello di sicurezza elevato. Questo tipo di cifratura può essere violato tramite la generazione di pacchetti dai punti d’accesso della rete.

Una falla in una delle funzionalità aggiunte del Wi-Fi, che si chiama Wi-Fi Protected Setup (WPS), permette in molti casi di aggirare e violare le reti con cifratura WPA e WPA2. Molti punti d’accesso hanno il WPS inserito di default (anche dopo aver effettuato un hard reset del punto d’accesso).

Se sei particolarmente interessato a crackare reti Wi-Fi con cifrature ad alta sicurezza, devi prima mettere mano su un po’ di cose che saranno necessarie nel momento in cui procederai col tentativo di hacking. Dopo che hai queste cose sotto mano, ti basteranno pochi strumenti o tecniche per crackare con successo una rete Wi-Fi (come puoi vedere sotto).

Requisiti:

1. Il sistema operativo Kali Linux (inclusa la suite di airckrack-ng e wifite – puoi anche installare Kali Linux su un emulatore come Vmware o Virtualbox).

ALFA

2. Una scheda di rete che supporti la modalità promiscua. In questa guida sto usando il modello ALFA AWUS036H, che puoi reperire su Amazon.

3. Un punto d’accesso con cifratura WPA2 e il WPS abilitato.

Hackerare il Wi-fi in 5 Passi – Crackare una Password WPA2

1. Apri il Terminale (CTRL+ALT+T) e digita airmon-ng.

Craccare wifi

Questo comando elencherà le schede wireless connesse al sistema.

2. Il passo successivo sarà di disattivare la modalità monitor sulla nostra scheda wireless digitando airmon-ng stop wlan0

Craccare wifi

3. Adesso siamo pronti a intercettare il traffico wireless nei dintorni della nostra posizione. Digitando airodump-ng wlan0 la nostra interfaccia wireless inizierà ad intercettare i dati.

Craccare wifi

Dall’immagine sopra, puoi vedere tutti i (molti) punti d’accesso disponibili, insieme a varie informazioni su di loro. Nel rettangolo verde ho evidenziato il punto d’accesso della vittima, che sarebbe il mio.

Informazioni:

  • BSSID (Basic Service Set Identification): l’indirizzo MAC del punto d’accesso.
  • PWR: La forza del segnale rilevato dalla scheda.
  • Beacons: Numero dei pacchetti di annuncio mandati dall’AP.
  • #Data: Numero dei pacchetti dati intercettati (se si tratta di una rete con cifratura WEP, ci sarà un unico conteggio – IV), inclusi i pacchetti di trasmissione dati.
  • #/s: Numero dei pacchetti di dati al secondo misurato negli ultimi 10 secondi.
  • CH: Numero del canale (ottenuto dai pacchetti del Beacon).
  • MB: Velocità massima supportata dall’AP. Se mostra MB = 11, allora è 802.11b, se mostra MB = 22 è 802.11b+ e le velocità superiori sono indicate con 802.11g.
  • ENC: Algoritmo di cifratura utilizzato.
  • CIPHER: Il codice rilevato. TKIP è solitamente associato al WPA e CCMP è tipicamente associato al WPA2.
  • AUTH: Il protocollo di autenticazione in uso.
  • ESSID: Mostra il nome della rete wireless. Si tratta del cosiddetto “SSID”, che potrebbe essere vuoto nel caso in cui sia stata abilitata l’opzione di nasconderlo.

4. Dal passo 3 (sopra) siamo in grado di identificare i punti d’accesso con cifratura WPA2 e prendere nota del numero dei loro canali AP. Ora verificheremo se l’AP bersaglio ha (o meno) il WPS abilitato. Digita:

wash -i wlan0 -c 8 -C –s

Craccare wifi

Se lo status indicato da WPS Locked è No, possiamo allora procedere con l’hacking e passare al passo 5.

5. L’ultimo passo da compiere è crackare la password WPA2 utilizzando il comando reaver.

Digita: reaver -i [la tua interfaccia] -b [indirizzo MAC del wi-fi bersaglio] –fail-wait=360

Visto che abbiamo già acquisito le informazioni necessarie nel passo 3, il mio comando avrà più o meno questo aspetto:

reaver -i wlan0 -b E0:05:C5:5A:26:94 –fail-wait=360

Craccare wifi

Dalla mia VirtualBox con Kali Linux, ci sono volute 5 ore per crackare una password WPA2 composta da 19 caratteri, ma le tempistiche dipendono molto dall’hardware e dalla scheda wireless

Conclusioni:

Guardando le tecniche indicate sopra, puoi capire facilmente come hackerare una rete Wi-Fi sia un processo abbastanza semplice da portare a termine. Ora è il momento di concentrarsi sul miglioramento del livello di sicurezza del proprio Wi-Fi. Tramite la lettura di questo articolo, puoi raggiungere una maggiore consapevolezza a riguardo della sicurezza delle reti wireless e dei modi in cui è possibile aggirarla. Di seguito ho inserito un paio di suggerimenti su come innalzare il livello di sicurezza della tua rete Wi-Fi.

1. Le reti con cifratura WPA e WPA2 attivate senza che il WPS sia abilitato sono esenti da questa falla nel sistema di protezione.

2. Per fare in modo che questo tipo di attacchi non si verifichi, disattiva l’opzione WPS/QSS sul tuo punto d’accesso. Per sapere come fare, dai un’occhiata alla foto sotto:

Craccare wifi

Leggi di più:
Come spiare conversazioni Whatsapp

Come Spiare un Cellulare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *